Ai ferri…scaldacollo

Ciao girlsss…

ehsssssì…., come vedete dal titolo del post ho ripreso in mano i ferri. Uno strumento che mi affascina e temo. I maglioni ancora non li so fare ma, cocciuta come sono, non escludo a priori di imparare… mai auto-limitarsi 🙂

Tuttavia, poichĂ© sono in fase “scaldacollo” per i primi freddi e – diciamocela tutta – in vista delle imminenti festivitĂ  natalizie, gomitolosamente penso a qualche ideuzza per i regali, pensierini da fare e da mettere sotto l’albero. E, proprio sull’onda di questi pensieri gomitolosi, ho preso della lana color glicine/violetto. Essendo “magrolina” l’ho lavorata assieme a un rimasuglio di lana per creare questo:

Scaldacollo glicine ai ferri particolare

Ho seguito le amabili istruzioni di Paola che potete trovare sul suo fantastico blog http://amoredizia.wordpress.com/ ricco di tante curiositĂ  e istruzioni per fare piccoli e e grandi progetti con la macchina da cucire (altro obiettivo che, prima o poi, raggiungerò… 🙂 ) e, ovviamente non solo… In particolare qui   ho trovato un modello che mi piaceva e mi sono messa al lavoro. Poi, Paola, gentilissima, ha provveduto a creare questo tutorial fotografico  per permettere a noi tutte “imbranate dei ferri” di imparare il punto incrociato.

Non mi stancherò mai di dire che Paola è bravissima ed è stata super paziente con la sottoscritta. Infatti, avendo  perso la poca confidenza che ero riuscita a conquistarmi qualche anno fa con i “famigerati” ferri, le ho fatto mille domande e ho sempre avuto mille gentilissime risposte :-). Eseguito il piccolo lavoro, le ho inviato la foto per sapere se avevo imbroccato le istruzioni. Ottenuta la sua approvazione (sapeste che ansia mi ha tolto!!!) provvedo ora a fare questo piccolo post per condividerlo con tutte voi.

Grazie ancora Paola, un caro abbraccio a te e un abbraccio a tutte voi (preparatevi… vi tormenterò con lo “scaldacollo” 🙂 ). Vi rimando la prossimo post gomitoloso, Benben

Annunci

Scaldacollo

Ciao ragazze… 🙂

questa mattina mi sono svegliata in pieno autunno. Il cielo era grigio e carico di pioggia. Un vento freddo mi ha fatto tirare fuori il giubbino. Mentre andavo a fare la spesa, contemplavo la natura e pensavo: Benedetta cosa aspetti a fare il cambio dell’armadio?! Poi, poichĂ© non avevo voglia di darmi una risposta, rifugiandomi in una strafottente scrollatina di spalle, ho osservato gli alberi che stanno diventando dorati e lentamente fanno cadere le foglie. I primi raffreddori mietono vittime e, sia lodato il Creato, alla mia porta non hanno ancora bussato. Nell’aria serpeggia la voglia di funghi, minestre calde e castagne e qualcuno si appresta ad  accendere il camino.

L’autunno è una stagione magica e meravigliosa. Lui la ama. Io pure, per quanto senta la nostalgia del “teporino” estivo.

Proprio con l’arrivo dei primi freddi, rientrata dal supermercato, ho pensato, gomitolosamente, a qualcosa che potesse essere utile, pratico e, nello stesso tempo, qualcosa che si prestasse per un’originale idea rigorosamente “handmade” (il Natale si avvicina ed è meglio non farsi trovare impreparati :-)… GiĂ  so, per quanto mi riguarda, che arriverò all’ultimo giorno 🙂 ). Ecco dunque rispolverata la forcella e un gomitolo di lana (uno di quelli che cercano un posto nel mondo) per creare questo:

Scaldacollo viola

(Domando scusa per questa foto: sembra che una certa nebbiolina si sia messa tra me e la fotocamera… mah?).

Ho usato un uncinetto dell’8 e uno del 12 per creare due strisce unite in una morbida treccia (che la tonalitĂ  variegata della lana fa perdere di vista)

Scaldacollo viola particolare

ed ho concluso con un bottone rosa abbastanza grande (un bottone di riciclo che mi gironzolava da settimane davanti agli occhi). Vi garantisco che tiene caldo! Cosa ne pensate? Al prossimo post gomitoloso, Benben