In fondo al mar…

Ciao girlsss

In questi giorni ho ripreso un altro modello di orecchini che ho amato tantissimo. Era da un pò che non li facevo. Quindi mi sono detta “Perché no?”. Vi presento il cosiddetto modello Ippocampo. E’ davvero caruccio, sapete? Ecco, secondo me, questo modello è uno dei pochi in grado di racchiudere la raffinatezza, delicatezza e preziosità, nonché la vera essenza del chiacchierino.

Vi lascio una foto, le altre due (in viola e verde) le potete trovare nella gallery.

Rossi

Un abbraccio e alla prossima, Benben

Andalusia verde

Ciao girlsss

Poiché è un dato di fatto che i ciondoli mi richiedono tempo: tanto. Poichè è altrettanto vero che li faccio solo se mi vengono espressamente richiesti e non ne ho mai da mostrare, mi sono detta: “Adesso si cambia”. E così, tra una creazione e l’altra, mi preparo qualche ciondolo nel caso si presentasse la necessità. Pertanto, come recita il titolo di questo post, vi presento Andalusia realizzato con cotone verde salvia, impreziosito da 6 perle verdi indiane, perline di vetro e, al centro, una perla di fiume.

Ciondolo Andalusia verde

Questo sotto è un particolare (lo specifico, non si sa mai che non si capisca 🙂 )

Ciondolo Andalusia verde particolare

E questa è una piccola prospettiva 🙂

Ciondolo Andalusia verde prospettiva

Un abbraccio e, è il caso di dirlo, al prossimo nuvolosamente gomitoloso post, Benben

Orecchini e ancora orecchini

Ciao girlsss…

Nei giorni non troppo felici appena trascorsi mi sono aggrappata a più non posso ai gomitoli, alla creatività ed alle mie navette. Al chiacchierino insomma. Ho voluto realizzare degli orecchini che avevo visto in rete. Non che non li avessi mai fatti, anzi. Solo che, avendo un pò di tempo, anzi, riuscendo a morsicchiare minuti preziosi ad ogni ora giusto per non lasciare la testa troppo libera, sono riuscita a ri-arrangiarli, apportando quelle modifiche che mi permettessero di dire “Ok, così va davvero bene”. Il risultato, almeno per me, è perfetto. Escono dalle navette belli dritti, senza curvature particolari e antipatiche. A suo tempo, con l’aiuto di “lui” li avevo battezzati Holland, ed oggi, forse, potrei anche chiamarli New Holland. Beh, spero vi piacciano. Qui sotto vi faccio vedere un paio con tante perline.

Viola

E qui sotto, invece, un’altra versione: al posto  di tante perline, ci sono tanti picot e cristalli solo sugli archetti. Ho scelto questo blu elettrico perché pare sia il colore di tendenza per l’autunno/inverno (l’hanno detto in TV… Personalmente rimango dell’idea che è bello andare contro corrente…).

Blu elettrico

Nella gallery ho inserito altre due paia di orecchini: in rosso e beige. Va beh, dai, spero vi piacciano. Come potete leggere, nutro sempre grandi speranze  🙂

A disposizione per chiarimenti e/o dubbi di esecuzione, vi abbraccio e vi rimando al prossimo gomitoloso e decisamente nuvoloso post, Benben

Yarnplayer

Ciondolo tratto da Yarnplayer3Yarnplayer altri non è che Marylee Rockley (www.yarnplayertats.blogspot.it). Questa signora americana ha anche una pagina su Facebook ed è lì che l’ho scoperta.  Lei crea gioielli in pizzo chiacchierino meravigliosi. Quando qualche mese fa mi sono imbattuta in alcuni suoi ciondoli sono rimasta incantata. A forza di guardarli, ho sentito la voglia di provarci pure io. Ho passato sere fissando le foto e sperando che qualcuno mi dicesse come cavolo si facevano. Poichè nessuno squillo di tromba sopraggiungeva, armata di infinita pazienza ho provato a rifarli. Ovvio, li ho riprodotti sulla base di ciò che i miei occhi vedevano, cercando di capire i vari passaggi dei fili e questo è il risultato. E  credo anche di sentirmi soddisfatta (non posso tacere che un piccolo trucco me lo ha svelato la Susy)Ciondolo tratto da Yarnplayer2

Gioielli a chiacchierino

Per le creazioni a chiacchierino ho tratto ispirazione da questo mondo virtuale che tutto offre.

Avendo spesso la testa per aria, poi, mi sono divertita ad inventare i nomi per le creazioni: c’è il ciondolo Marie Antoinette, il braccialetto Trifoglio ed Intreccio; orecchini Goccia, Coco, Retro, Holland (mio marito è dell’idea che un tocco di esterofilia dia una marcia in più, per cui non ridete), Ippocampo e così via…

Tuttavia non posso non ringraziare la bravissima Makouk (www.chiacchierinomakouk.blogspot.com) con i suoi Nodi & Chicchierino. Da lei ho tratto alcune creazioni (il braccialetto Intreccio, per esempio e qualche orecchino). Potete trovare idee e suggerimenti anche nell’Angolo della Fata (www.l’angolodellafata.jimbo.com) o da www.diccian.blogspot.it (qui ho tratto il braccialetto Trifoglio. Colgo l’occasione per dire a Daniela Laura che la sua spiegazione era ed è perfetta).

Veramente meraviglioso, poi, è il blog di Marilee Rockley. Premetto che qui bisogna sapere un po’ di inglese. Se non lo sapete (come me), può essere sufficiente guardare le foto o ‘sbavare’ sulle sue meravigliose creazioni per mettere in moto cervello e mani. Date un’occhiata a www.yarnplayertats.blogspot.com  e in bocca al lupastro…

Ovviamente Susy, con i suoi preziosi consigli, per me rimane un punto fermo (www.ledeedisusy.wordpress.com).

Certo, una volta trovato una foto sta a voi e alla vostra abilità provare a ricostruire il modello, ovvio, senza schema. Personalmente, in questo mi sono divertita tantissimo. E’ tutta questione di allenamento e fantasia. Certo, non sono mancati i momenti di crisi, in cui mi sentivo assolutamente incapace, ma ho la testa dura (me lo dicono tutti) e, così, prova e riprova, ci sono riuscita.

A risentirci prestoooo….