Just Married

Ehhhh maggio, si sa, è il mese di cresime, comunioni e di… matrimoni!!! Hippy hippy ya ye!!!

Ed è di questo argomento che vorrei parlare oggi. Ehhhhsì!

Chi non emoziona con un matrimonio? O chi non si fa venire il mal di testa al sol pensiero di tutto ciò che circonda un tale evento (chiesa o comune, abito, inviti, bombniere, fiori, pranzo o cena, o entrambi, ansie, paure e così via)?

Ecco, tutto questo l’ho rivissuto. Ebbene sì, ho avuto la fortuna di rivivere queste emozioni con un matrimonio specialissimo, non al pari di quello dei reali di Inghilterra, s’intende, ma ci sono andata vicinissimo. Di chi parlo? Ma – parbleu! – di loro:

A N&G è stato celebrato il primo matrimonio di due Teddy. Non sono commoventi?

Come in ogni matrimonio che si rispetti, la sposina era nervosa. Abbiamo passato lunghe giornate a capire come farle il vestito. Occorreva qualcosa che non fosse troppo appariscente, ma, allo stesso tempo fosse raffinato; niente di brilluccicoso alla Wanda Osiris, ma qualcosa di estremamente femminile. E, sapete come sono le spose, no? Bisogna saperle ascoltare e accontentare.

Ecco quindi il suo abitino: una casacca color avorio, lavorata a doppio filo con nastro di viscosa, tono su tono, per donare luce

Al collo un fiocco morbido di viscosa per evitare scollature che la sposina ha sin da subito declinato (su questo aveva idee ben precise), impreziosito da un punto luce argento:

Nastro, questo, che riprende la sottile cintura in vita (potete notarla nella prima foto). A impreziosire il tutto, poi, pizzo valenciennes avorio sui polsini della casacca:

Lo sposo, molto più pratico e sbarazzino, ha optato per un abito scuro, con giacca lunga, lavorata a due fili, nero e grigio, con i polsini aventi sfumature più chiare (questo particolare lo potete notare nella foto in alto) e un papillon in avorio, lavorato a doppio filo con gli stessi colori dell’abitino della sposa:

Sulla sua giacca, come noterete, non poteva mancare un richiamo floreale al bouquet della sposa:

E per finire, piccoli dettagli che fanno di ogni Teddy un piccolo pezzo di cuore di N&G:

Per questo servizio fotografico un ringraziamento porticolare va ad Alessia – Questione di focale che ha saputo mettere a proprio agio gli sposini, facendo risaltare la loro tenerezza, catturata da scatti discreti e delicati. Grazie Ale ❤

Sperando che anche voi vi siate emozionati con questi dolci sposini, vi saluto e vi mando un matassoso abbraccio, Benben ❤

 

Annunci

Tre fratelli

Le pratiche burocratiche per l’adozione dei piccoli Teddy procedono con costanza. I tempi non sono quasi mai lenti come negli affari della burocrazia italiana – già, perchè qui siamo negli affari della burocrazia di N&G – però le richieste ci sono.

Gomitolosamente, tuttavia, con sorrisi e ingarbugliamenti di vita vari, si riesce a soddisfare tutti.

Oggi è il turno di tre fratelli:

Uno ha voluto il papillon e gli altri due non hanno voluto essere da meno. Ecco allora che questi piccoli  Teddy sono stati immortalati da  Alessia in una versione disneyana: Teddi Qui, Teddy Quo e Teddy Qua.

Durante il servizio fotografico sono stati abbastanza bravi. Sapete come sono iTeddy, vero? Sono estremamente curiosi e questi tre tipini si sono rivelati anche decisamente vanitosi.

A giorni conosceranno la loro nuova casetta e a me, come sempre, non rimane altro che fare mille e più mille raccomandazioni, ricordando loro le buone maniere. Ma, so già, che daranno il meglio di sé in ogni circostanza.

Dal mondo dei Teddy, in questa versione disneyana, al momento è tutto, ma statene certi, arriverà una sorpresa molto teddynosa e molto, ma molto “sorpresa”. Poiché non posso svelarvi altro (ancora non è tempo), vi lascio con un pizzico di curiosità e vi rimando al prossimo post… sarà gomitoloso o no? Mah… ?! Ai posteri l’ardua sentenza.

Un matassoso abbraccio, Benben ❤

Credits photo: Alessia – Questione di Focale