Cuffia morbida

Ciao a chi legge e a chi, forse, mi leggerà…

Ad ogni modo… come sapete, qualche tempo fa mi sono intrippata in ciò che ho definito il cuffia time sia per rispondere a una esigenza personale di sperimentare la tecnica a due o più colori, sia per migliorarmi e approfondire il mondo gomitoloso sul tema.

Vicino a natale mi è stata chiesta una cuffia morbida, di quelle, per intenderci, che ti lasciano una parte un pò pendente dietro. E così mi sono messa alla ricerca e a studiare un altro poco. E mi sono imbattuta in questo modello (qui). Ho provato a seguire le istruzioni due volte. Alla terza ho mollato e ho fatto di testa mia. E così è nata questa simpatica cuffia:

Ho cercato di immortalarla in tutti i modi e chiedo scusa per il non buon risultato:

Per realizzarla come volevo io ho apportato alcune modifiche allo schema di cui vi ho lasciato il link e spero che non me ne voglia nessuno. Le modifiche, per chi fosse interessato, sono le seguenti:

. Ho usato solo ferri nr. 3,5

. Ho avviato 100m (ma se ne possono avviare anche 90)

. Ho lavorato a dritto fino al gg. 46 (e non fino al 56 come indicato) dopo di che ho fatto un aumento di 5 m.

Questi sono i grandi stravolgimenti. Poi ho cercato di seguire gli aumenti di 5m per volta come da schema, per arrivare anche ad aumentare di 10m (sempre come da schema), ma fermandomi molto prima. I giri totali tra i dritti e gli aumenti arrivano sino al giro nr. 80 (78 se partite avviando 90m) e non fino al 95 giro. Dopo di che, ho iniziato le diminuzioni seguendo le dritte dello schema.

Che dite, mi sarò spiegata?

Un abbraccio e a presto, Benben ❤

Annunci

Un pò di fucsia

Dopo la cuffia che ha dato origine allo sferruzzamento compulsivo ma estremamente rilassante, ho pensato fosse giusto arrivare a sperimentare per benino la lavorazione con i due colori. Già vi avevo peralto di questa nuova droga lanosa del tutto innocqua qui quando vi ho mostrato la cuffia grigia e avorio.

Orbene, la prima lavorazione a due colori del 2017 è stata lei:

Qui sono due le novità: 1) la lavorazione a due colori (si nota) e 2) l’avvio tubolare che mi ha permesso poi di sviluppare un bordo a coste 2/2 molto elastico e morbido. Per imparare l’avvio tubolare o l’avvio con filo provvisorio, mi sono basata su un tutorial trovato su verypink.com. Sì è un sito americano, ma se avete difficoltà con l’inglese, date un’occhiata al movimento delle mani e tutto sarà chiaro. Il tutorial è qui. Personalmente l’ho trovato illuminante. Ovviamente in rete ne esistono degli altri. Sta a voi trovare quello che più si confà alle vostre mani e alla vostra metodologia di lavoro.

Ma torniamo alla cuffia. Per lei devo ringraziara la mia amica Tajana Rabar per l’aiuto, il sostegno e per avermi consigliato questo pattern. Da indicazioni queste cuffie sono decorate da deliziosi pom-pom. Nulla vi impedisce di omotterlo.

 

 

 

 

 

 

 

Sperano che ancher questa cuffia vi susciti simpatia, vi saluto, gomitolosamente vi abbraccio e vi rimando al prossimo matassoso post, Benben ❤

P.S. questa cuffia è taglia M.