Caro Babbo Natale


Caro Babbo Natale…

ti scrivo in anticipo perché con la testa che mi ritrovo correrei il rischio di dimenticarmi.

Dicevo…

Caro Babbo Natale,

sono una bimba cresciuta e spero che ci sia un posticino per me, lì, tra le centinaia, migliaia di letterine che ti ritrovi nella bella casetta in Lapponia. Vorrei chiederti alcune cose. Sono piccole e non dovrebbero occupare troppo spazio ai giochi dei bambini del resto del mondo. Se per te va bene, le elencherei in ordine sparso.

Vorrei avere la serenità di incontrare persone oneste e serie, che sappiano fare il proprio lavoro come si deve, o persone splendide il cui abbraccio ti commuove sempre.

Poi quest’anno vorrei osare a chiederti qualche cosa di “materiale”.  Non nascondo che mi vergogno un pochetto, perché solitamente non chiedo mai nulla, salute a parte per la famiglia e tutte le persone a cui voglio bene… Ad ogni modo, ci sono tante cosine che mi piacerebbero, ma essendo costosine non mi azzardo perché per quelle sono abituata a racimolare come una formichina. Non ti nascondo che la tecnologia mi affascina tantissimo e mi piacerebbe chiederti qualcosa per lui, ma, come accennato, vorrei provare a fare da sola. Se vedi che arranco, una manina tua potrebbe essere d’aiuto. Comunque, sul fronte tecnologico, stai tranquillo: ti farò sapere.

Tuttavia, se non ti è troppo di disturbo o d’impiccio, mi piacerebbero dei colorati gomitoli di lana. Sono morbidi, soffici e, come detto prima, non ti occuperebbero molto spazio nel grande sacco. Lo so, lo so, ne ho anche qui, ma dei gomitoli non mi sazio mai. Possono diventare cuffie, sciarpe, copertine e tante altre cosine. Loro mi aiutano a combattere lo stress o, per dirla alla Ermal, mi aiutano “a carbonizzare i pensieri e ad accendere i sogni”.

Ai gomitoli vorrei aggiungere una di quelle scintille che brilluccicano nel firmamento. Beh, sì, forse è eccessivo, ma a cosa serve sognare se non si può desiderare anche una di quelle scintille?

Ti avviso: qui, nella mia piccola casa, non c’ è il camino, ma un balcone decente. Pertanto, sempre che non sia di troppo disturbo, potresti lasciarmi i gomitoli proprio sul balcone o sul pianerottolo. Che dici? Potrebbe andare? Sì, forse il balcone sarebbe l’ideale per te, la slitta e le renne. Dì loro di non spavantarsi se dovessero intravedere un piccolo essere peloso: quello è Mago gatto Merlino ed è totalmente, completamente innocuo ma estremamente coccolone.

A presto e…. chissà…

Benedetta

Annunci

5 pensieri riguardo “Caro Babbo Natale

  1. Bellissima letterina a Babbo Natale scritta da una persona adulta
    ,ma con il cuore e gli occhi dei bambini….. di una semplicità e un candore qualità
    che con gli anni si perdono. Perchè caro Babbo nn accontentarla??.
    Il prossimo anno sarà ancora più ricco di lavori e di bei progetti.
    In quella notte ci sarà anche Merlino che osserverà incuriosito e con attenzione
    da dietro ai vetri ( come nella foto ) . E sono convinta che fra i gomitoli cercherà
    qualcosa anche x se.E’ natale anche x il magico Merlino o no???
    Un bacio Ben

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.