N&G nel mondo dei peluche


E’ che per N&G le sfide non finiscono mai.

L’ultima in ordine cronologico risale a qualche giorno fa. E in questa faccenda molto gomitolosa e arruffata vale più che mai il detto “I casi strani della vita” (brevemente: lui e io decidiamo di farci tre giorni di riposo totale a Castellina in Chianti durante l’ultimo ponte e chi trovo lì? I cugini…. giuro). Ora, a lanciarmi il gomitolo di sfida è stata la piccola B. Era lunedì e avevamo deciso di andare a Siena. Parcheggiamo e B., con un peluche di razza husky in braccio, mi chiede se posso fare un cappottino per il suo cane.

Panico…

Mai creati cappotti né per bipedi né per quadrupedi.

Panico…

Un panico legittimato: non avendone mai fatti non sapevo se mai ci sarei riuscita. Però, da che mondo e mondo, come mi ripeto sempre, nessuno nasce imparato. E così accetto il gomitolo di sfida.

Tornata a casa, tra una bomboniera e un quadro a punto croce (qui), ho cominciato a studiarmi la cosa, prima buttando giù uno schizzo di come lo avevo pensato e poi cercando in rete possibili tutorial che mi illuminassero su come prendere le misure e che si avvicinassero al mio schizzo. Cerca e cerca, ho trovato un tutorial che faceva al caso mio: disegno molto, ma molto simile e due dritte di spiegazioni per le misure (potete vederlo qui).Dopo essermi fatta prestare Lulù, l’husky, munita di 2 righe di spiegazioni trascritte e con il mio disegno davanti, ho iniziato a lavorare. Il risultato è questo:

lulu

Lulù indossa un cappottino in lana bi-colore lavorato a uncinetto (ammetto che fino all’ultimo sono stata incerta se fare questo lavoro a maglia). Il collo alto è lavorato sempre a uncinetto ma “a coste” per ottenere il medesimo effetto della maglia “a coste” lavorata ai ferri: elastico e versatile.

lulu-particolare-dorsoLa parte del dorso è state realizzata con lana più chiara e con le riduzioni necessarie fino ad arrivare all’attaccatura della coda.

lulu-particolare

Il cappottino è ben saldo grazie al sottopancia: una fascia realizzata con lana della stessa tonalità del collo e fermata con un bottone nelle tonalità del lilla.

Finito il lavoro sono entrata in ansia. B. aveva richiesto un cappotto rosso o argento. Non avendo simili colori, ho optato per queste due tonalità di rosa perché Lulù ama indossare, come un basco, una cuffia rosa che richiama lo stesso rosa della lana usata per il dorso. Ammetto che B. è rimasta molto soddisfatta e io sono felice di aver vinto questa arruffatissima sfida.

Ora però mi domando: ma N&G si occuperà anche di altri cuccioli?

Annunci

4 thoughts on “N&G nel mondo dei peluche

  1. Ottimo lavoro complimenti….. secondo fare cose nuove è un modo
    per vincere le proprie incertezze.
    Hai scelto un bel posto per rilassarti. Conosco anch’io Castellina in Chianti sono stata a Casafrassi, immersa fra le colline del chianti.
    In un tour in Toscana, abbiamo fatto varie tappe.
    Bellissima esperienza.
    Ciao un bacio mia dolce Ben

    • Ciaooo Dolce Nancy… La Toscana è tutta bella e magica. A dire il vero tutta Italia è bella e magica. Lui e io abbiamo eletto Castellina a nostro rifugio.
      Un abbraccio grande ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...