Retroscena e libro parte III


Segnalibro in rosa prospettivaAllora, ci siamo quasi! Il libro arriverà presto. E, come sempre accade, il tempo scivolerà via senza neanche accorgermene oppure scorrerà lento come un bradipo. E’ e sarà questione di punti di vista e di stati d’animo.

A dire il vero, non manca tanto per ultimare il libro. I passaggi non sono molti, ma richiedono attenzione e pazienza. Occorrerà rileggere la bozza per eliminare tutti i refusi possibili e immaginari; controllare e rileggere la versione con l’impaginazione; definire e controllare la copertina e… dare l’ordine finale di stampa!

Ieri pomeriggio, dopo una mattinata alquanto intensa, incontro Giada (qui). Già vi ho detto come il suo studiolo caldo e accogliente susciti in me le immagini della bottega di Ollivander piena zeppa di bacchette magiche, giusto? Ebbene, ieri, nel primo pomeriggio, in quello studiolo circondato da libri, abbiamo affrontato tematiche per lo più tecniche: il carattere, i margini, come effettuare il passaggio delle bozze per eliminare refusi e, soprattutto abbiamo posto la parola fine sulla quasi annosa problematica del titolo. Lo abbiamo definito: URRRRRA’! E, sin da subito, ma nuovamente affrontata a fine appuntamento, abbiamo abbozzato un’ideona per la copertina. Non dico altro. Crogiolate pure nella curiosità e attendete. Cioè, a dire il vero, a me questa idea della copertina nata quasi per caso mi sta prendendo di brutto. E più ci penso, più penso che sia la sua. Non c’è nulla da fare: mi sono intrippata il cervello con quest’immagine (ovviamente potete solo spaziare con la mente nel vasto mondo della fantasia e dell’immaginazione perché da me non uscirà nulla) e mi dico da sola: <<Perché non ci ho pensato prima?>>

Già, perché?

Tornata a casa mi è scoppiata l’emicrania. Normale per la giornatina che mi apprestavo a lasciare alle spalle. Poi, come sempre accade quando decido di buttarmi in una piccola impresa, pure l’ansia mi ha colto alla chetichella. E’ arrivata piano piano e mi ha sussurrato paroline bastarde all’orecchio, giusto per prendere a martellate la piccola riserva di fiducia che a fatica avevo messo da parte per i momenti di sconforto. L’ho ricacciata all’inferno, l’ansia, con paroline tutt’altro che dolci e poi mi sono messa, con pazienza infinita, a raccogliere i mucchietti di fiducia sparsi per casa.  Ho afferrato un gomitolo appeso a un progetto morbido e chiccoso e mi sono detta: <<Ma se Giada è fiduciosa, perché devo fracassarmi la testa di paturnie? Viviamoci quest’avventura e continuiamo a sognare!>>.

Sospiro.

Adesso non mi rimane altro che attendere, leggere, correggere, rileggere ancora e sperare. Sperare che la piccola creatura trovi occhi curiosi, cuori attenti e mani avide di sfogliare pagine bianche con righe nere. Non mi rimane altro che sognare e accarezzare quest’attesa, sperando di riuscire a farvi sorridere e riflettere.

Per la prima volta qui, su quest’isola felice, nuvolosa e gomitolosa e sempre in divenire, vi lascio due righe, un assaggio, un antipasto giusto per capire e non capire:

“(…) Ma il cuore, ahimè, quello scrigno che l’Altissimo ebbe cura d’incastonare, affondandolo ben dentro la carne e l’anima, aveva un solo custode. E per quanto ci illudessimo di donarlo, in realtà rimaneva ben sigillato nell’anfratto incrostato d’ossa; e guai a diffonderne il contenuto! (…)”.

Un abbraccio, Benben ❤

Annunci

4 thoughts on “Retroscena e libro parte III

  1. In bocca al lupo e che la fiducia e la contentezza ti accompagnino in tutta questa bella esperienza! Forza Ben Ben 🙂

  2. Ho letto il tuo post velocemente,poi l’ho
    riletto nel caso mi fossi persa qualche sfumatura. Ebbene nonostante i tuoi pensieri,le incertezze,le ansie che caratterizzano il momento che stai vivendo,io ti invito ad essere serena
    e fiduciosa.
    Hai dato l’anima x questo progetto,ma vedrai che tutto andrà per il verso giusto e poi c’è un angelo chiamato Giada. Fidati di lei.
    In bocca al lupo.Un bacio Nancy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...