È che penso a tante cose…


Cuori particolareTra qualche giorno sarà Pasqua.

Pasqua per chi crede e Pasqua per chi pensa dove andare a fare una girata in solitario, con amici o famiglia.

A me di quest’ultima Pasqua importa poco. Da giorni, penso alla prima, di Pasqua. E non ci penso solo perché sono cattolica e credente, ma perché penso,  davanti al crocifisso, a un uomo.  Come si sarà sentito? Quanta paura avrà avuto? Poi accendo la televisione, leggo i giornali e, oltre a pensare come il mondo stia andando a rotoli, penso non a un crocifisso e a un solo uomo,  ma a tanti crocifissi e a tanti “uomini”. Penso alle croci di chi non c’è più,  alle croci del pianto,  a quelle del dolore, alle croci di sangue per mano di chi odia. E penso a tante cose, penso a tante persone: a quelle rimaste che non possono far altro se non piangere, a quelle che, in una giornata di ordinaria quotidianità,  non ci sono più.  Penso anche alle parole,  tante e sprecate e alla meschina scorrettezza di addosare, ora, le colpe agli uni o agli altri a seconda di come tira il vento.

Poi mi volto e vedo quel crocifisso,  bistrattato,  ignorato, disprezzato e non calcolato.  Mi sento piccola, impotente, ma con la voglia di urlare e di vivere a dispetto di tutto, a dispetto delle bombe, a dispetto dell’odio. Guardo lui, ci abbracciamo, occhi spalancati su un mondo difficile, e, ancora, penso a tante cose, a tante persone e ai sogni.

Già… i sogni. Alcuni sono caduti per terra, altri smarriti, altri ancora gettati, persi o uccisi. Ne raccolgo un pò, unisco i pezzi di quel che resta degli altri e cerco di conficcarli nella tasca del cuore e vado da quel mio amico laggiù, appeso a una croce, funambolo silenzioso dal viso dolce. “Guarda, io questa cosa qua proprio non la capisco. La parola stessa ODIO mi fa ribrezzo. E l’impossibilità di capire mi fa sentire stupida, perchè tutti hanno una spiegazione da dare. Io non ne ho. Ho ciò che vedo. E ciò che vedo non lo capisco. Quindi sogno e immagino come tutto sarebbe bello se non esistessero le parole brutte. Qualcuno ha perso dei sogni in giro qua e là nel mondo e nelle acque blu del mare. Li affido a te… tu solo sai e ciò mi basta. E se mi tengo a mente questo particolare, non da poco, mi sento molto meno stupida“.

Pace, amore, libertà, sorrisi e sogni per tutti ♡

Buona Pasqua

 

Annunci

4 thoughts on “È che penso a tante cose…

  1. Molto profondo questo post !! Un animo sensibile come il tuo non resta indifferente a
    ciò che accade intorno.Lo stesso vale anche per noi mentre ti leggiamo.
    Ci poniamo le stesse domande,proviamo lo stesso sconforto……siamo disorientate
    Trovare un equilibrio interiore diventa sempre più difficile in special modo, quando intorno a noi ci sono eventi che ti destabilizzano…………ma credere è importante,
    significa vivere senza odio,senza ipocrisia,senza falsità.Sperare che le cose migliorino o cambino è un nostro diritto, anche quando raccogli i cocci di vita finita in frantumi.
    Buona Pasqua mia dolce Ben.

  2. Ciao benedetta è vero quello che dici mi rendo conto che siamo spettatori di questa barbarie , io mi sento davvero confusa ma come te guardo quel crocefisso e il pensiero va a tutte le persone che piangono e a chi in un giorno di normale quotidianità non è tornato più a casa.Forseunendoci in un unico abbraccio riusciremo ad andare avanti♡

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...