Un nuovo anno


NoiCiaoooo a tutti gli amici nuvolini e gomitolini.

La sera del 31 ero via.

Lui ed io ci siamo concessi quattro giorni di montagna. Volevamo evadere dalla nebbia e vedere il sole, consapevoli che mai avremmo visto la neve (incontrata ieri, sulla via del ritorno).

Abbiamo trovato cielo terso, colori caldi e loro, le montagne rosa del tramonto e le stelle più belle della sera. Abbiamo gironzolato di qua e di là, camminato e lavorato. Sì, lavorato: lui su un progetto di lavoro ed io ad un nuovo paio di calzini (il gomitolo non deve mai mancare), conditi ogni giorno, con almeno un’ora d’inglese. Già, mi sono intestardita ad impararlo. Rettifico: voglio impararlo, ma con i miei tempi, con lui come guida e supervisore. Qui tutti sono anglofoni, tutti girano il mondo ed io, nella mia nuvola, fatta di sogni e gomitoli, alcune volte assomiglio ad una naufraga nel mare di progetti e conquiste più grandi di me. Ma voglio farcela…

Anyway… nei giorni di calma e silenzio, di ruscelli e cascate parzialmente ghiacciate, ho avuto modo di pensare – tanto – e di confrontarmi anche con lui. Abbiamo parlato, ci siamo tenuti per mano ed abbiamo riassunto il 2015 con parole quali: conquiste, avventure, fatiche, pianti, amici, soddisfazioni, calci nel di dietro (o nelle terga), sogni, menefreghismo, “tira e tasi” (cit. alpini), abbracci, macchina nuova (la sua), paura, guai (i miei da cui lui mi tira fuori), semplicità, gatto (forse un giorno), cane (forse un giorno), bimbo (solo Dio lo sa) e noi. Noi uniti, noi a litigare, noi e le mani, le mie, le sue, le nostre.

Ho letto i messaggi di auguri di tanti, ho ascoltato il Presidente della Repubblica e mi sono interrogata su come vorrei che fosse il nuovo anno. Mentre me lo domandavo, il 2016 è arrivato in una sera come tante. Una sera che – da aliena – ammetto di non aver mai capito. Nemmeno da ragazzina quando andavo alle feste solo per far piacere a qualche amica. Forse gli unici “festoni” che ricordo con nostalgia e divertimento genuino era quando da bimba mio fratello ed io venivamo lasciati dai nonni. Allora sì che tutto era diverso: si andava dalla Ebe, la vicina di casa e si giocava a tombola assieme alla Carolina con la televisione che ci aiutava a capire quando affettare il pandoro. Spiccioli e caramelle erano il bottino. Risate e coccole. Poi tutti a dormire ed il nonno, profumato di tabacco e berretto da notte incorporato, passava a darci la buonanotte nel lettone grande grande Quelli sono stati i capodanni più belli della mia vita. Poi, non so perché, tutto è cambiato. Forse sono cresciuta o forse la vita è mutata e si è portata via prima nonno, poi Marco e poi nonna.

Per me il 31 è una sera come un’altra.

Avrei voluto fare auguri ridondanti, magari in lingerie rossa e bottiglia di spumante in mano, ma a cosa servirebbero? Non è come si festeggia che rende un anno più bello. E’ ciò che si è e si ha nel cuore a fare la differenza. Sono le persone con le quali si decide di trascorrere momenti della nostra vita a renderla bella (o brutta 🙂 ) o, ancora, sono i nostri sogni a darci una marcia in più. E’ l’essere consapevoli e grati della ricchezza che si possiede a rendere tutto più luminoso.

Pertanto, in ritardo, lascio qui lo stesso augurio che ho lasciato qualche giorno fa sulla mia pagina facebook senza aggiungervi nulla:

È che mai vorrei la sfera magica per sapere in anticipo cosa porterà il nuovo anno. Da sempre salterò nel buio allo scoccare della mezzanotte. E qualunque cosa ci sia dietro a quei numeri che s’affacciano sui calendari, mi auguro e lo auguro a tutti voi che vi sia sempre lo spazio per la famiglia, la salute, la gioia, l’amore ed i sorrisi. Mi e vi auguro d’avere e di mantenere la forza per sognare e per affrontare le salite che, immancabili, si frapporranno tra noi e le stelle. Buon anno amici e parenti. Buon 2016 a tutti!!!”

❤ Benben

Annunci

8 thoughts on “Un nuovo anno

  1. Cara Betta, io vi auguro di restare sempre uniti e complici , che è la ricchezza più grande trovare una persona con cui dividere le soddisfazioni e le gioie ma anche i guai e le giornate buie.
    E se l’anno nuovo portasse anche un ‘cuginetto’ per la V, sarebbe proprio bravo bravo bravissimo! 😁

    • 🙂 Io non faccio programmi. Mi abbandono a quel che sarà che, forse, è la cosa migliore 🙂
      L’importante, come dici tu, è rimanere uniti… sempre!!!
      ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤

  2. Sei proprio una persona speciale, è bello leggerti e scoprire che sognare fa stare bene e che i capodanno a casa con i nonni resteranno scolpiti nella nostra memoria , forse proprio per la semplicità e la genuinità e lo stare insieme alle persone che ami.Sai se mi volto sono sicura che ancora lì vedo , tutti intorno al tavolo a sorridere e aspettare il panettone .È bello sognare.

    • Hai ragione, Filo ♡
      Se chiudo gli occhi sento ancora il profumo di tabacco e sigaretta di nonno 🙂
      Un abbraccione Filo ❤
      P.S. non sono speciale, sono solo molto normale forse fin troppo 🙂

  3. È proprio vero, i capodanni di quando eravamo bambini, sono i più belli.
    Niente di particolare, gesti semplici, vecchie abitudini e consuetudini che
    hanno fissato nella nostra mente ricordi e profumi che ci accompagnano
    nella nostra vita. Ricordo di aver vissuto con serenità questa festività e
    mi sembrava un periodo molto lungo da vivere in casa fra amici e parenti.
    Si invitava il vicino che era solo, c’era il nonno che arrostiva una pigna sul
    fuoco x ricavarne pinoli….. e il profumo di resina invadeva la casa.
    Oggi non c’è più niente di magico tante tradizioni e usanze non vengono
    più trasmesse.
    Intanto siamo al 2016 tanti desideri e tante speranze!!!
    Prendiamo tutto come viene, io mi aspetto da te tante idee gomitolose
    e tanti momenti e riflessioni da condividere tutte insieme.
    Ciao Nancy

    • Prima avevo timore a dire la mia o a condividere i miei pensieri, idee gomitolose a parte, poi ho scoperto quanto sia liberatorio e utile all’anima. Ho scoperto anche, con infinito piacere, di non essere una mosca bianca… posso dire che scrivere mi aiuta a esorcizzare me stessa, la vita e l’altro sogno che cullo dondolandolo tra le dita: scrivere.
      L’immagine tua del nonno che arrostiva una pigna al camino è di una tenerezza infinita. Hai ragione comunque: molto si è perso da allora. A me sembra che tutto sia diventato più veloce e superfluo; tanto chiasso e brillantini o, per dirla alla vecchia maniera, tanto fumo e niente arrosto. Mi auguro di riassaporare la lentezza del tempo.
      Un abbraccio grande e grazie per leggermi sempre ♡

  4. Ben un augurio davvero speciale, che mi ha commosso, è davvero una grande emozione leggerti e riconoscermi in te. Anche noi abbiamo passato dei giorni insieme, io e lui 😉 , facendo progetti e bilanci. Poi una sera è arrivato l’ultimo dell’anno e noi eravamo lì, a Londra a passeggiare sul Tamigi, non come essere in montagna, ma ci si senti isolati dal mondo e complici anche così.
    Un bacio grande!
    PS: forza con l’inglese eh! :-*

    • Ciaoooo Kate!!!! L’importante infatti è stare insieme alle persone che si amano ed essere complici.
      Con l’inglese che dire? Al liceo dopo i 3 anni di francese delle medie, mi sono concessa il “lusso” di cambiare lingua per i primi 2 anni…ma quando mai?! L’ho odiato x colpa della prof. Adesso a piccoli passi e da sola con un buon libro diagrammatica, esercizi su esercizi sto cercando di recuperare. È dura ma è divertente. Ogni giorno mi impongo minimo 1 ora di inglese. Ce la farò? Non ce la farò? Lui è convinto di sì perché dice che sono portata… Spero abbia ragione. Mi sa che su quest’avventura fai da tr scriverò un post 😂
      Intanto ti auguro un sereno, felice e gomitoloso 2016💓

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...