Emozioni Cardigan


Ciaoooooo… 🙂

Finalmente posso condividere con voi una grande gioia (qualcuno dirà: <<E che sarà poi!?>>. Ma a chiunque lo dica, lasciate che ripeta che per me è una gioia grande). Una gioia lo è davvero. Proverò a spiegarvi tutto per bene.

Chi mi segue sa benissimo che ho la passione per il chiacchierino, ma dovrebbe anche sapere che è esploso in me un altro amore: il lavoro a maglia con i ferri circolari e non solo. Lavorare ai ferri era un traguardo che volevo a tutti i costi raggiungere. Scoprire, poi, che mi trovavo meglio lavorare con i ferri circolari, usando la tecnica continentale è stata una rivoluzione (mamma ancora si domanda come sia possibile lavorare con questa tecnica). Se ho imparato lo devo ad Emma Fassio. Se non la conoscete date un’occhiata al suo blog – da lì vi si aprirà un mondo – qui o qui, (se preferite, potete andare anche sulla pagina FB di Emma qui). Ricordate: volere è potere!!! (di certo occorre avere “capa tosta e cocciuta”).

Ho sempre voluto farmi un maglione ed ammiravo chi riusciva a capirci qualcosa. Perché, per dirla tutta, gli schemi, gli aumenti e chi più ne ha più ne metta erano non arabo, ma aramaico. Poi, così, di punto in bianco, Emma scrive e pubblica una guida, questa:

Il libro di Emma

Che dire? L’ho fatta mia. Subito. Ed è ancora più preziosa visto che è stata vergata di pugno proprio da Emma, conosciuta al Festival Letteratura lo scorso 5 settembre (che gioia quel giorno… ❤ ) ma di questo vi parlerò in un altro post 🙂

Comunque, sfogliando questo vademecum sulla maglia, questo ABC sulla lavorazione top-down, mi sono imbattuta, per la seconda volta, in un modello, sul quale avevo già lasciato il cuore: Emozioni Cardigan (vi lascio qui il link dove potete trovare il pattern). E così, armata di ferri circolari e di tanta, ma tanta pazienza (il lavoro l’ho dovuto interrompere più di una volta per portare a termine altri progetti…), sono riuscita ad ultimarlo (chiedo anticipatamente scusa per le foto: ne ho usato una personale scattata da lui…):

Emozioni Cardigan

Per realizzarlo, ho usato: ferri circolari nr.5 e 5 matasse da 1 hg di cotone Cablé 4 (cod. 106 6062) – un beige sfumato, come si vede nel particolare della manica 3/4, qui:

Emozioni Cardigan particolare manica

Poi, rispetto all’originale ho apportato tre modifiche. Una si trova sul davanti: anziché lasciare il cardigan aperto, ho messo due bottoni (anche se non è necessario allacciarli) e fatto una piccola bordura a punto gambero (che resta praticamente invisibile):

Emozioni Cardigan particolare chiusura

E, dopo aver pensato di allungarlo ripetendo una sequenza in più, ho effettuato un aumento nella parte centrale della schiena per dare la parvenza dello sbieco. L’aumento, alternato sempre con un giro a dritto, l’ho portato avanti fino a che non ho lavorato il bordo a maglia legaccio così come da istruzioni. Comunque, con l’aiuto della Maria Rosa (grazie mamma ❤ ), ho cercato di rendervi l’idea:

Emozioni Cardigan particolare dietro

Si capisce quello che ho scritto, oppure sto iniziando a parlare in aramaico? 🙂

Personalmente sono felice. Sono contenta d’essere cocciuta e d’avere una pazienza che non pensavo di possedere. Comunque, spero d’aver reso l’idea. Spero.  Beh, io sono così felice di questo Emozioni Cardigan, che ho chiesto ad Emma il permesso di dedicargli un articolo speciale (lungo). Se lo merita sia il cardigan, sia Emma, alla quale devo davvero tanto (grazie per esserci, d’esistere e d’avere un entusiasmo contagiosissimo ❤ ).

Sperando vi piaccia, vi saluto e vi rimando al prossimo gomitoloso post, un abbraccio grande, ❤ Benben (e un altro grande abbraccio a chi è riuscito a leggere tutto 🙂 )

Annunci

8 thoughts on “Emozioni Cardigan

  1. Wow:) grazie di cuore per questo meraviglioso e speciale post:) Emozione pura a leggerlo, sei speciale e meravigliosa ❤ ❤ ❤

  2. WOW!! che meraviglia il tuo cardigan! Anche io ho comprato da poco il libro di Emma, ma non ho ancora scelto il modello da fare, troppi ufo da finire.. Un abbraccio e ancora complimenti!! ❤

    • Ciaoooooo Paola ❤
      Diciamo che, per me, innamorata di quel modello, la scelta è stata semplice. Mi sa che tra un pò mi cimenterò in un maglioncino di cotone: ho qualche gomitolo da parte e, vedendo la mia lentezza, sarà pronto per la prossima primavera 🙂
      Un abbraccio grande grande ❤ ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...