Porta Kumihimo


Ciao Girlssss….

Da un pò non scrivo. Il motivo? Il  cervellino gomitolino e assai nuvolino è sempre all’opera. Orbene, quest’oggi vi presento una cosa fatta sullo slancio del riciclo.

Ecco ciò che avevo:

Ciò che avevo

– uncinetto tunisino del 10, usato, in questa occasione, come uncinetto normale;

– gomitolo di fettuccia color ghiaccio (alla fine non usata);

– rotolo di ritagli in sbieco di tela riciclati. Riciclati è uguale a qualcosa che qualcuno aveva e non sapeva cosa farsene.

Poiché ritengo sia uno spreco avere qualcosa e non usarlo, il gomitolino che abita il cranio mi ha dato un suggerimento: creare un astuccio/borsa porta Kumihimo. Dicesi Kumihimo un telaietto rotondo o quadrato per la tessitura di fili. E’ un’arte giapponese di intreccio di fili alla quale mi sto appassionando. Spero prossimamente di farvi vedere qualcosa. Sono ancora molto indietro; però – come dico sempre – io ci provo, pertanto, confido nel vostro perdono nel caso mi uscissero delle schifezzine (va beh… vi ho già anticipato). Ad ogni modo, lavorando tutto a uncinetto a punto basso, vi mostro il risultato, in particolare il davanti:

Porta Kumihimo fronte

Potrete notare una nuvolina viola in pannolenci attaccata con punti volutamente grossolani. A dire il vero non potevo fare diversamente, perché ho cercato di cucirla tra i punti della borsa, Un’altra cosa: è un pò stortina, ma non così tanto come appare dalla foto (foto ingannatrice!!!). E prima di ricamare (che parola grossa) la scritta, ho dovuto fare la bozza con la matita. Comunque io la leggo: è intelligibile abbastanza secondo voi?  E questo è il retro:

Porta Kumihimo retro

E, infine, questo è il suo contenuto.

Contenuto

Comunque, l’effetto grossolano e/o imperfetto è ciò che più mi piace e mi è piaciuto lavorando questi nastri di tela colorati (per non parlare del livello scrittura da prima elementare 🙂 ). Non ho messo né bottoni, né strolicato chiusure particolari. Ho semplicemente usato un pezzo di nastro per fare due stringhe. Di certo è capiente  e robusta. Per quello che devo fare io direi che va più che bene e mi aiuta a fare un pò di ordine nella mia stanza/laboratorio  🙂

Spero vi piaccia o, almeno, che vi susciti simpatia… al prossimo gomitoloso post. Un abbraccio, Benben

Annunci

4 thoughts on “Porta Kumihimo

  1. Non riesco proprio ad immaginare come funziona il Kumihimo. Sono curiosa di vedere cosa produce quel telaietto! Comunque sei troppo brava!! Un abbraccio!

    • Ahahahah…. :-)…. taci và, Paola! Sto proprio intrecciando fili e ho fatto pausa perchè altrimenti rischiavo di perdere gli occhi…. che dire? Nuova tenica da apprendere. Della serie: impara l’arte e NON metterla da parte! 🙂 A breve ci sarà qualche immagine, ma devo ancora migliorare tanto. Nel frattempo cerco di apprendere i rudimenti, ma il cervellino gomitolino rischia di fumare….:-)
      Dimenticavo, grazie per aver apprezzato il porta Kumihino…. detto da te è sempre un gran bel complimento. Baciiiiii

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...