Rielaborazione di pizzi


Eccomi, finalmente! Buongiornoooo…

Allora che dire?! Forse che sarebbe ora che venisse fuori il sole…. uffff…. non se ne può più di questo freddo.

Certo, il tempo poco favorevole ha aguzzato l’ingegno e la mia totale incapacità di stare ferma e, così, in questi giorni di totale assenza dal blog mi sono dedicata ai miei lavoretti. Ora, vi vorrei mostrare due nuovi orecchini. Non badate al colore. Ho scelto il bianco (non ho mai creato nessun accessorio con questo colore e volevo vedere l’effetto, certo mi rendo conto che è delicato) e un verde acqua marina (mi piaceva il modo in cui mi riportava  alla mente i ricordi dell’estate). Uno l’ho chiamato “Margherita” e penso lo si possa riconoscere abbastanza bene (è quello rotondo con otto petali) e l’altro l’ho chiamato “Dalia” (non chiedetemi il perchè: non ve lo saprei spiegare nemmeno io). Margherita e Dalia sono rielaborazioni di motivi usati solitamente nei pizzi a chiacchierino (inserti per lenzuola o sequenze ripetute in centrini vari). Un giorno, infatti, sfogliando vecchie riviste sull’argomento – i miei “tessoriii” – e ammirando creazioni comportanti una pazienza certosina, mi sono detta “Perchè no?”. E così mi sono messa al lavoro. Certo, per il modello Margherita ammetto che non è stato difficile adattarlo a ciò che avevo in mente; diversamente è stato per il modello Dalia. Ho dovuto fare uno schizzo e poi un altro ancora prima di raggiungere la proporzione giusta (perchè il chiacchierino è anche fatto di matematica e di proporzioni). Il risultato è quello che vedete. Tenendo presente che è possibile usare tutti i colori  che si vuole, cosa ne pensate?Orecchini-Margherita-def Orecchini-Dalia-def

Annunci

2 thoughts on “Rielaborazione di pizzi

  1. Mi piacciono entrambi tantissimo. Se dovessi esprimere una preferenza, lo farei in funzione della “vestibilità” e il modello Dalia, essendo un po’ più lungo e fino, è più comodo da portare all’orecchio.

    • La penso come te ed aggiungo questa osservazione: il Dalia non è solo più lungo e fine, quindi più vestibile, ma anche più sostenuto, quindi non ha tanto bisogno di essere inamidato. Brava! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...